Dora Lagreca aveva il torace sfondato e il cranio intatto: ipotesi caduta per spinta improvvisa

·1 minuto per la lettura
Dora Lagreca: torace sfondato e cranio intatto
Dora Lagreca: torace sfondato e cranio intatto

Dalle analisi effettuate sul corpo di Dora Lagreca, la ragazza di 30 anni morta dopo essere caduta dal balcone a Potenza, è emerso che la giovane avesse il torace sfondato e il cranio intatto. Si tratta di particolari che rendono ancora più complessi i chiarimenti sulle reali cause che hanno portato al decesso.

Dora Lagreca: torace sfondato e cranio intatto

Il cranio intatto lascia pensare che Dora, caduta di spalle, non abbia battuto la testa. Le lesioni interne diagnosticate sono gravissime, qualcuna al bacino ma soprattutto al torace che è risultato completamentr sfondato. Un dettaglio che apre alla possibilità che ci sia stata una spinta improvvisa e che la donna abbia tentato di proteggersi rannicchiandosi o quantomeno sollevando la testa. Giunta a terra avrebbe battuto la schiena e l’onda d’urto si sarebbe propagata da una parte all’altra del corpo con un impatto devastante.

Un’altra ipotesi è che lo sfondamento del torace sia stato causato dall’urto con la ringhiera protettiva a margine del terreno che l’ha poi fatta rimbalzare e fatta trovare in una posizione latero-supina.

Dora Lagreca, torace sfondato e cranio intatto: continuano le indagini

Intanto, mentre si attendono i risultati dell’autopsia e dei rilievi da parte dei Ris dei Carabinieri, i militari del reparto operativo e del nucleo investigativo hanno sbloccato i due cellulari della donna e iniziato a scandagliare tutti i messaggi scambiati negli ultimi tempi con particolare riguardo agli audio che la vittima avrebbe inviato alle amiche raccontando di una situazione burrascosa tra lei il fidanzato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli