Dorian continuerà a causare "distruzioni estreme"

webinfo@adnkronos.com

L'uragano Dorian continuerà a causare "distruzioni estreme". E' l'allarme lanciato dal Centro nazionale per gli uragani, che ha invitato i residenti a Grand Bahama a restare nei rifugi in attesa del passaggio del ciclone sull'isola. "Si tratta di una situazione potenzialmente letale", ha fatto sapere l'Nhc, secondo cui i venti potrebbero arrivare a 200 miglia all'ora, circa 320 chilometri, con onde alte fino a 6-8 metri. 

Dorian spaventa la Florida. Dal proprio profilo Twitter, inoltre, il National Hurricane Center fa sapere che i venti cominceranno a battere le coste della Georgia nelle prime ore di mercoledì. Nella giornata di dopodomani verrà toccato anche il South Carolina e nelle prime ore di giovedì Dorian potrebbe far sentire il proprio effetto in North Carolina. L'Nhc, inoltre, fa sapere che "il quadro appare abbastanza attivo nell'Atlantico". L'organismo "sta monitorando altri 4" fenomeni, con 2-3 che potrebbero trasformarsi in cicloni tropicali nei prossimi 5 giorni.