Dossier Coste, il WWF lancia l'allarme

(Adnkronos) - Nella Giornata mondiale degli Oceani il WWF lancia l'allarme sullo stato delle coste italiane. Il 51% dei paesaggi costieri, circa 3.300 km, negli ultimi 50 anni sono stati trasformati e degradati da case, alberghi, palazzi, porti e industrie. Appena 1.860 km (il 23%) di tratti lineari di costa più lunghi di 5 km nel nostro Paese, isole comprese, possono essere considerati ancora naturali. Agli impatti diretti si è aggiunta l'erosione delle spiagge, fenomeno naturale esacerbato delle attività umane, mentre cambiamento climatico, inquinamento da plastica, specie aliene, ancoraggi indiscriminati e pesca eccessiva stanno deteriorando gli ecosistemi marini. Per contribuire a raggiungere gli obiettivi di tutela, torna la Campagna GenerAzioneMare del WWF: per tutta l’estate saranno cittadini, volontari, ricercatori, pescatori, aree protette, imprese, amministrazioni, i protagonisti della difesa del mare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli