Dossier Telecom, Bondi rinviato a giudizio per falsa testimonianza

MILANO (Reuters) - Enrico Bondi, attuale AD dell'Ilva, è stato rinviato a giudizio a Milano per falsa testimonianza nell'ambito di un filone d'inchiesta sui dossier illeciti di Telecom Italia. Lo riferiscono fonti legali. L'accusa riguarda dichiarazioni rilasciate nel 2010 sul ritrovamento, nell'agosto 2001, di una microspia rivelatasi poi falsa sull'auto di Bondi, che a quell'epoca era AD di Telecom. Non è stato possibile raggiungere l'interessato per un commento. Secondo gli inquirenti, la microspia sarebbe stata messa da quello che allora era il capo della security di Pirelli, Giuliano Tavaroli, e i suoi uomini per screditare la sicurezza di Telecom Italia, alla quale Tavaroli voleva passare. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia