Draghi accetta mandato per formare governo: fiducioso che emerga unità

·1 minuto per la lettura
L'ex presidente della Banca centrale europea Mario Draghi parla dopo il suo incontro con il presidente italiano Sergio Mattarella al Palazzo del Quirinale

ROMA (Reuters) - L'ex presidente della Bce, Mario Draghi ringrazia il capo dello Stato Sergio Mattarella per avergli conferito l'incarico di formare un nuovo governo in quello che descrive come un "momento difficile" per il Paese, e si dice fiducioso che dal confronto con partiti e forze sociali emerga unità di intenti.

Parlando al termine del colloquio con Mattarella, iniziato intorno a mezzogiorno, Draghi ha detto: "Rispondo positivamente all'appello del presidente della Repubblica...abbiamo a disposizione risorse straordinarie da parte dell'Europa e la possibilità di fare molto" per i giovani e la coesione sociale.

"Sono fiducioso che dal confronto con partiti, forze sociali emerga unità e la possibilità di dare risposta positiva al presidente della Repubblica", ha concluso Draghi che scioglierà la riserva al termine delle consultazioni.

(Francesca Piscioneri, in redazione a Milano Gianluca Semerato)