Draghi ai bimbi: "La cosa più importante è ciò che fai oggi"

·1 minuto per la lettura

AGI - "Sognare va bene, ma la cosa più importante è ciò che fai in questo esatto monento. Non è importante ciò che vuoi diventare, ma ciò che sei in quel momento. Se fai bene le cose, sarai più libero di scegliere". Mario Draghi incontra i bambini di 'Save the Children' a Torre Maura e, nel dare suggerimenti ai più piccoli, forse parla anche di se stesso e del suo futuro politico. Draghi rivela che, da ragazzo, avrebbe voluto essere un giocatore di basket. "Alla mia epoca - dice Draghi - la mia altezza poteva bastare per il ruolo di play maker".

Draghi insiste con la sua 'Weltanschauung': "Ci vuole più passione che grinta, ma la cosa importante è identificarsi con ciò che fai in quel momento. Bisogna pensare a ciò che stai facendo".

Il premier ribadisce che "tutti i Paesi stanno investendo enormi fondi per migliorare il clima e ridurre le emissioni. I giovani sono il futuro e voi tutti dite giustamente che non facciamo abbastanza. Le decisioni vanno effettivamente prese con i giovani, perchè sono loro che avranno le maggiori conseguenze dal cambiamento climatico".

Draghi fa un parziale 'mea culpa': "I governi vanno lentamente. Figuriamoci se non ci fosse la spinta dei giovani, come quelli di Youth for Climate. Ai miei tempi - dice il premier sull'occupazione giovanile - c'era la crescita e non c'era l'ansia di trovare un posto di lavoro. E' cambiato tutto. Oggi è essenziale la formazione, l'educazione. Oggi i Governi devono fare in fretta cose che prima non sono state fatte".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli