Draghi al P20: i Parlamenti strumento di progresso e di pace

·1 minuto per la lettura
featured 1523568
featured 1523568

Roma, 7 ott. (askanews) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, prendendo la parola nell’aula del Senato in occasione del settimo vertice dei presidenti dei parlamenti del G20.

“Nella storia, i Parlamenti sono stati motore di sviluppo economico e civile. Avete vigilato sull’operato dei Governi e indirizzato lo scontro politico verso soluzioni costruttive. Avete mediato tra gli interessi di diversi gruppi – lavoratori e imprenditori, giovani e anziani. Avete raggiunto compromessi difficili – tra libertà e sicurezza, profitto e solidarietà”, ha detto.

“Vi siete battuti – ha proseguito – per il progresso delle nostre società e avete difeso lo Stato di diritto e le libertà fondamentali. Dobbiamo essere grati ai Parlamenti per ciò che hanno fatto – e per quello che continuano a fare. Il vostro ruolo trascende i confini nazionali. Siete un ponte tra Paesi e promuovete dialogo e cooperazione anche in momenti di conflitto. La prima organizzazione politica multilaterale della storia moderna è stata un alleanza tra Parlamenti: l’Unione Interparlamentare. I suoi fondatori e alcune tra le sue figure guida hanno vinto otto Premi Nobel per la Pace grazie al loro contributo decisivo alla risoluzione di dispute internazionali. L’IPU è stato uno strenuo difensore della pace e della sicurezza del mondo, un precursore della Società delle Nazioni e delle Nazioni Unite”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli