Draghi annuncia i ministri, mix di politici e tecnici al governo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 feb. (askanews) - E' un mix di tecnici e politici, con diverse conferme, il governo annunciato questa sera al Quirinale da Mario Draghi. Giurerà sabato alle 12. Come tecnici il presidente del Consiglio ha scelto Daniele Franco per il ministero dell'Economia, Marta Cartabia per la Giustizia, Patrizio Bianchi all'Istruzione, Cristina Messa all'Università, Enrico Givoannini alle Infrastrutture e ai trasporti, Roberto Cingolani alla Transizione ecologica, Vittorio Colao all'Innovazione tecnologica, più Luciana Lamorgese confermata all'Interno.

Poi c'è la pattuglia dei politici, ben nutrita. Per il Pd confermati Lorenzo Guerini alla Difesa e Dario Franceschini alla Cultura, che viene separata dal Turismo. Entra poi Andrea Orlando al Lavoro.

M5s ottiene la conferma di Luigi Di Maio agli Esteri, di Federico D'Incà ai Rapporti con il Parlamento e di Fabiana Dadone, che però passa dalla P.a. alle Politiche giovanili. Altrettanto accade a Stefano Patuanelli, che lascia lo Sviluppo economico per l'Agricoltura.

Confermato anche Roberto Speranza (Leu) alla Salute, mentre Iv mantiene solo Elena Bonetti alle Pari opportunità e famiglia.

Ottiene tre ministri Forza Italia: Mariastella Gelmini agli Affari regionali e autonomie, Mara Carfagna al Sud e coesione territoriale, Renato Brunetta alla Pubblica amministrazione.

Tre anche i dicasteri affidati alla Lega: il ministero dello Sviluppo economico va a Giancarlo Giorgetti, il Turismo - scorporato dai Beni culturali - a Massimo Garavaglia, la Disabilità a Erika Stefani.