Draghi annuncia un graduale abbandono di quota 100

·1 minuto per la lettura

AGI - "Il tema delle pensioni è oggetto di discussione della legge di bilancio, quota cento non verrà rinnovata ma occorre assicurare una gradualità nel passaggio verso la normalità". Lo ha detto il premier Mario Draghi, parlando del tema pensioni al termine del Consiglio europeo di Bruxelles e ribadendo di aver sempre detto di essere contrario a Quota cento. "La legge su Quota cento non verrà rinnovata tra tre anni, ma occorre essere graduali", ha aggiunto.

Un decreto per snellire iter del Pnrr

Quanto al Pnrr, il presidente del Consiglio ha annunciato un decreto a breve per snellire ulteriormente l'iter. In particolare, il decreto servirà a rimuovere gli impedimenti a realizzare il Recovery plan. 

Ma Draghi assicura. "Non abbiamo alcun ritardo sul Pnrr. Intendiamo rispettare gli appuntamenti e i nostri partner sono molto contenti del nostro lavoro sul Pnrr. Non c'è alcuna preoccupazione ma occorre andare avanti con gli impegni presi". "I due mesi tra ora e la fine di dicembre sono mesi in cui ci attendiamo molta attività da parte non solo del governo e dei ministeri, ma anche di quelli che sono i maggiori enti attuatori: Comuni e Regioni. Dovranno uscire i bandi a novembre", ha osservato Draghi. 

Terza dose di vaccino per alcune categori

Sulla terza dose il premier ha affermato che  "servirà per certe categorie".  "Ciò che è importante è che la campagna di vaccinazione continui ad andare bene. Noi abbiamo vaccinato di piu' di altri Paesi Ue e a dispetto dell'Inghilterra abbiamo mantenuto anche le cautele", ha detto Draghi. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli