Draghi: a breve governo Pnrr, centrale ruolo enti locali

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 apr. (askanews) - "Il governo del Recovery Plan sarà definito in un provvedimento normativo che sarà adottato a breve", e "il punto nodale" sarà "la collaborazione tra Stato centrale ed enti locali": quella "sarà la vera sfida". Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, replicando alla Camera al dibattito sulla presentazione del Recovery Plan e rispondendo alla richieste di chiarimenti "da parte di molti" sul ruolo degli enti locali e delle autonomie.

"La vera sfida, non appena il piano sarà consegnato, è trovare un modo di attuazione dove amministrazioni locali e centrali sono chiamate a una mole di interventi eccezionali, trovino un modo di governo del piano. Questo è il tema, il punto nodale del piano, non cosa si fa a palazzo Chigi. Il processo - ha osservato Draghi - è chiaro per i ministeri, è molto più complesso per il coordinamento del ruolo di governo e enti localil che sono i veri attuatori del piano, cui vengono destinati quasi 90 miliardi, il 40 per cento del piano". E questo perchè, ha riconosciuto il premier, "sono loro ad avere massima contezza dei bisogni del territorio, in ambiti come la coesione sociale e la sanità".

Dunque, ha concluso sul tema Draghi, "non c'è Stato contro enti locali, è il contrario. Il governo prevede anche che qualora sia necessario e gradito vi siano dei gruppi di lavoro e squadre che possano rafforzare il lavoro enti locali, quando necessario".