Draghi in Cdm:rispetto tempi Pnrr o viene meno fondamento Governo

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 mag. (askanews) - "Il mancato rispetto di questa tempistica metterebbe a rischio, insostenibilmente, il raggiungimento di un obiettivo fondamentale del Pnrr, punto principale del programma di Governo". Lo ha detto in Cdm il presidente del Consiglio Mario Draghi richiamando la necessità di non derogare alle scadenze del Pnrr, a partire dall'approvazione della nuova legge sulla concorrenza e delle sue norme di attuazione nei tempi dovuti.

Il Consiglio dei Ministri dà l'assenso a porre la questione di fiducia sul ddl Concorrenza. Nel corso delle sue comunicazioni in Cdm, secondo quanto rifertito da fonti di Governo, il Presidente del Consiglio ha informato i ministri sull'iter del ddl Concorrenza ricordando che "sulla base degli impegni assunti con il Pnrr entro dicembre 2022 è necessario approvare non solo la legge delega, ma anche i relativi decreti delegati".

Dopo aver ripercorso la cronistoria dei vari passaggi in Senato del ddl, Draghi ha segnalato la necessità "nel pieno rispetto delle prerogative parlamentari", di porre in essere tutte le iniziative per richiedere un'iscrizione in Aula del provvedimento entro la fine di maggio, in modo da pervenire a una rapida approvazione e procedere alla trasmissione alla Camera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli