Draghi a Corte Conti: serve controllo intransigente e rapido

·1 minuto per la lettura
Draghi a Corte Conti: serve controllo intransigente e rapido
Draghi a Corte Conti: serve controllo intransigente e rapido

Milano, 19 feb. (askanews) – Prima uscita pubblica da presidente del Consiglio per Mario Draghi che ha partecipato a Roma, nell’Aula delle Sezioni riunite della Corte dei conti, insieme con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2021 e di insediamento del Presidente della Corte dei conti, Guido Carlino. Corte di cui ha ricordato il ruolo fondamentale di controllo, fondamentale soprattutto in questo momento storico.

“Ho ripetuto più volte la parola controllo perché – ha osservato – sono fermamente convinto dell’ufficio essenziale che la Corte svolge in tal senso nell’architettura della nostra cosa pubblica.

Questo controllo deve essere efficiente e intransigente. Ma con la stessa fermezza considero fondamentale che tale controllo sia rapido perché le decisioni della Corte, quando intervengono lontane dagli atti sottoposti a controllo, pur se intransigenti, inevitabilmente perdono molta della loro efficacia. I tempi straordinari che viviamo lo richiedono”.

“Oggi il ruolo della Corte è ancora più cruciale”, il Recovery chiede di “investire sul futuro”, ha aggiunto. Con il next generation “lo Stato si trova a fare investimenti significativi col solo vincolo che siano fatti bene”.