Draghi: “Escludo un bis al Governo. L’agenda Draghi? Risposte pronte per le emergenze”

draghi
draghi

In conferenza stampa, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha spiegato cosa sia l’agenda Draghi e ha ribadito di non voler doppiare l’esperienza di guidare un esecutivo.

Draghi: “Escludo un bis al Governo. L’agenda Draghi? Risposte pronte per le emergenze”

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al decreto Aiuti bis. A margine del Cdm, si è tenuta una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente del Consiglio, Mario Draghi; il ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco; il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani; e il sottosegretario, Roberto Garofoli.

In questa circostanza, a chi gli ha chiesto cosa si intenta con la tanto citata “agenda Draghi” in vista delle elezioni del prossimo 25 settembre, l’economista ha risposto: “Che cos’è l’agenda Draghi? Sostanzialmente è una serie di risposte, interventi e riforme. Si pensi alla pandemia di Coronavirus, ai fondi che sono arrivati grazie al Pnrr, alla crescita straordinaria di questi due anni. È difficile dire che esiste un’agenda. Se devo proprio pensare a un’agenda, prima di tutto questa è fatta di risposte pronte ai problemi che si presentano, quindi la risposta pronta all’emergenza del Covid, la risposta pronta nel consegnare il Pnrr e nel conseguire tutti gli obiettivi finora. E vorrei veramente riuscire ad arrivare a dare al governo successivo il conseguimento di tutti gli obiettivi per quest’anno”.

Il premier Mario Draghi, poi, ha precisato: “E poi è questione di credibilità, sia sul fronte interno, ma anche internazionale, perché avere il credito internazionale alto come lo ha l’Italia oggi è importantissimo per la crescita interna, per il benessere, per la prosperità, per l’equità sociale, per poter fare tutte le riforme che sono necessarie senza avere il vincolo esterno che è ostile”.

In conferenza stampa, l’ex governatore della Bce ha nuovamente ripetuto di non essere disponibile a guidare un nuovo esecutivo: “Oggi, alla fine del Cdm, ho fatto tanti auguri di buone vacanze ai ministri che non hanno la campagna elettorale e poi ho fatto i migliori auguri che si verifichino tutti i desideri e tutti i sogni di chi ha la campagna elettorale, sono molto vicino a tutti loro”.

Il decreto Aiuti Bis

Per quanto riguarda il decreto Aiuti Bis, invece, Draghi ha illustrato: “Il sostegno che diamo a famiglie e imprese serve a proteggere la ripresa di fronte a un peggioramento del quadro internazionale e all’incertezza anche politica. Ci sono nuvole all’orizzonte per la crisi energetica e il prezzo del gas: le previsioni sono preoccupanti, ma nel 2022 l’Italia crescerà più di Germania, Francia e Stati Uniti”.

Il provvedimento realizzato per sostenere le famiglie e le imprese potrà fare affidamento su un fondo di 17 miliardi di euro. A questo proposito, il premier ha spiegato: “Il provvedimento è stato condiviso con le parti sociali e i partiti della maggioranza e dell’opposizione. Ringrazio tutti quelli che hanno partecipato a questa condivisione e in particolare voglio ringraziare il ministro Franco che quest’anno e l’anno scorso ha prodotto 3 finanziarie? 4 finanziarie? Insomma, ha prodotto assieme a tutta la struttura del ministero uno sforzo straordinario che non credo abbia precedenti – e ha aggiunto –. Tante cose non hanno più precedenti, ormai…”.

Il nuovo dl prevede l’indicizzazione al 2% del taglio del cuneo contributivo, l’estensione del bonus 200 euro ai lavoratori sinora esclusi, la rivalutazione delle pensioni con anticipo a settembre e proroga gli sconti su accise e bollette oltre che aumentare a 25 milioni di euro i fondi per il bonus psicologico e il bonus trasporti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli