Draghi: evitare crisi del grano anche per ragioni strategiche

featured 1615606
featured 1615606

Bruxelles, 31 mag. (askanews) – “L’importante è far presto perché tra poco sarà pronto il nuovo raccolto” del grano in Ucraina “e se i silos non sono svuotati non ci sarà posto dove metterlo. Quindi questo è molto importante, ma vincere la battaglia sulla sicurezza alimentare è importante anche dal punto di vista strategico, perché la tesi che viene diffusa è che l’eventuale carestia dipenda dalle sanzioni, mentre noi sappiamo che le sanzioni dipendono dalla guerra e io credo che molti di questi Paesi non sono dalla parte dell’Occidente”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, in conferenza stampa a Bruxelles al termine della due giorni di Consiglio straordinario dei Capi di Stato e di Governo dell’Unione.

“Molti paesi africani – ha spiegato Draghi – non sono dalla parte dell’Occidente, l’avete visto nelle votazioni alle Nazioni Unite, gran parte di loro si è astenuta, quindi ciò che l’alleanza vorrebbe fare è portarli dalla parte nostra, ma il punto è che se si perde la guerra sulla sicurezza alimentare non ci sarà mai nessuna speranza che questi Paesi posano venire dalla parte dell’alleanza, perché si sentiranno naturalmente traditi. Poi di chi sia” realmente “la colpa è una questione meno rilevante per loro. Quindi al di là delle conseguenze umanitarie che sono tragiche ci sono delle conseguenze strategiche che sono molto, molto serie”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli