Draghi: "La linea di politica estera non dovrebbe cambiare"

VALERIA MONGELLI / HANS LUCAS / HANS LUCAS VIA AFP

AGI - Con il passaggio al prossimo governo “sulle scelte di politica estera, almeno se uno guarda alle decisioni prese in passato, la linea politica dovrebbe essere invariata”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, al termine del Consiglio europeo informale a Praga rispondendo a una domanda sul prossimo governo.

“Ovviamente quando c'è un cambio di governo e di politica così importante c'è molta curiosità, ma non preoccupazione. C'è gran rispetto delle scelte degli italiani e c'è interesse nel sapere come eventualmente si evolverà la linea politica del nuovo governo”.

Rispondendo a una domanda sul presunto 'caso Italia' la risposta del premier è stata secca: “No”.