Draghi: "Oggi risponderò sul disegno di legge Zan"

·1 minuto per la lettura
Ddl Zan Draghi
Ddl Zan Draghi

Interrogato sul Ddl Zan e la nota diramata dal Vaticano, il Premier Mario Draghi ha affermato che, data l’importanza della questione, risponderà nel merito in Parlamento nella giornata di mercoledì 23 giugno.

Draghi sul Ddl Zan

Domani sarò tutto il giorno in Parlamento, me lo chiederanno sicuramente, e risponderò in modo più strutturato di quanto potrei fare oggi“. Questa la dichiarazione del capo del governo nel rispondere ad una domanda sul disegno di legge contro l’omofobia durante la conferenza stampa congiunta con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

L’appuntamento è dunque nelle aule parlamentari dove Draghi si esprimerà in particolare sulla posizione assunta dal Vaticano, che ha chiesto al governo italiano di modificare testo del Ddl ora in commissione Giustizia del Senato, perché “violerebbe in alcuni contenuti l’accordo di revisione del Concordato“.

Draghi sul Ddl Zan: la posizione della Von Der Leyen

Anche Ursula von der Leyen è intervenuta sulla questione replicando che la Commissione Europea non commenta mai le leggi non ancora approvate. In generale ha comunque sottolineato che i trattati dell’Unione sono molto chiari: “Proteggono la diversità, la dignità di ogni singolo essere umano e la libertà di parola, tra gli altri valori. Trovare un equilibrio tra questi elementi è un compito quotidiano nell’Unione Europea“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli