Draghi: Zelensky non ha chiesto armi, situazione però è critica

featured 1619505
featured 1619505

Kiev, 16 giu. (askanews) – “Non ci sono state richieste di Zelensky di nuove armi, ha descritto la situazione com’è, ha mostrato una situazione che sta diventando critica perchè le vecchie armi di cui hanno abbondanza sono ancora di produzione sovietica, per le quali però le munizioni iniziano a scarseggiare, mentre per le nuove armi c’è bisogno di addestramento. I vari Paesi dell’Alleanza forniscono addestramento ma richiede tempo”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi in un incontro con la stampa italiana a Kiev.

“Noi siamo venuti qui insieme ed è stata una manifestazione di grande unità a livello europeo, perché dopo tutto siamo i tre paesi tra i fondatori dell’Unione europea. Siamo venuti qui per cosa? Per aiutare l’Ucraina nella guerra perchè se l’Ucraina non riesce a difendersi non c’è pace; siamo venuti qui ad aiutarla nella ricerca della pace ma non c’è pace durevole se non decide questo Paese quale pace vuole”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli