Dragni, Più Europa: grazie a un grande italiano ed europeo

Rea

Roma, 28 ott. (askanews) - "Draghi ha incarnato, talvolta da solo, lo spirito dell'integrazione europea difendendo il progetto della moneta unica non solo dalla difficile crisi finanziaria che abbiamo attraversato, ma anche dai tanti nemici esterni e interni che hanno, invano, provato ad opporsi alla sua azione alla guida della Banca Centrale Europea". Così in una nota Più Europa, nel giorno del passaggio di consegne della presidenza Bce di Mario Draghi a Christine Lagarde.

"La sua lungimiranza, la sua determinazione e il coraggio - prosegue la nota di Più Europa - costituiscono l'eredità più grande che poteva lasciare. Più Europa rende omaggio al grande italiano e al grande europeo che ha fatto della Bce e della sua indipendenza il baluardo che ci permette oggi di continuare a combattere per gli Stati Uniti d'Europa".