Dramma a Ladispoli: accoltella moglie e figlia, poi tenta suicidio

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 21 apr. (askanews) - Prima avrebbe accoltellato la moglie e la figlia per poi rivolgere l'arma contro sè stesso nel tentativo di togliersi la vita. Ci sarebbe un tentativo di omicidio suidicio dietro la tragedia familiare avvenuta questa in un appartamento di Ladispoli, sul litorale romano. L'allarme è scattato questa mattina intorno alle 7.30, quando alcuni vicini di casa, preoccupati dalle urla e dal rumore proveniente dall'appartamento accanto, hanno chiamato le forze dell'ordine. I carabinieri di Civitavecchia, arrivati sul posto, hanno trovato padre, madre e la figlia di 17 anni con evidenti ferite d'arma da taglio su diverse parti del corpo.

Dai rilievi effettuati sul posto e dall'ascolto di alcuni testimoni, i carabinieri hanno escluso la pista di una rapina finita in tragedia. L'ipotesi più accreditata è quella di un tentativo di omicidio e suicidio (non andato in porto) scattato al culmine di una lite tra coniugi. L'uomo, 49 anni, è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale Gemelli di Roma, la moglie 47enne al San Camillo, mentre la figlia è ricoverata aòl Bambin Gesù di Polidoro. Nessuno di loro è in pericolo di vita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli