Dramma in un centro commerciale a Pompei: bimbo di 5 anni perde dito

ospedale bimbo pompei

Dramma in un centro commerciale a Pompei, Campania, dove un bimbo di 5 anni avrebbe perso un dito tranciandoselo in un cestino dei rifiuti. Un episodio assurdo che però non è sfuggito al controllo dei carabinieri, che stanno ora provvedendo a scandagliare le immagini di sicurezza delle telecamere per ricostruire l’accaduto.

Tragedia nel centro commerciale

A Pompei, in Campania, un tragico quanto assurdo incidente ha coinvolto un bimbo di 5 anni: all’interno del centro commerciale “La Cartiera”, infatti, il piccolo si sarebbe tranciato un dito nel cestino dei rifiuti, mutilandosi per sempre. L’episodio, riportato dal quotidiano “Il Mattino”, è avvenuto sotto gli occhi dei genitori: secondo una prima ricostruzione da parte dei carabinieri della Stazione di Pompei, il cestino porta rifiuti sarebbe risultato a norma. Al vaglio le immagini riprese dalle telecamere presenti nella zona, sotto sequestro invece il cestino da parte degli inquirenti che non si spiegano come il piccolo abbia potuto ferirsi a tal modo. Secondo una prima, quanto scioccante ipotesi, all’interno di esso sarebbe stato inserito un oggetto tagliente cui intento era proprio quello di voler ferire qualcuno. Ma a farne le spese il bambino di 5 anni, subito sottoposto a un intervento chirurgico da parte dei medici rivelatosi però inutile.

Indagini aperte

La Procura di Torre Annunziata ha fatto sapere di aver aperto un’inchiesta contro ignoti per tentare di ricostruire quanto accaduto e scovare eventuali responsabili. Sentiti i genitori del piccolo, che hanno ripercorso l’accaduto raccontando di come il figlio fosse direttosi a gettare una carta del gelato quando si sarebbe verificato l’incidente. Fallimentare la corsa all’ospedale Santobono da parte dei sanitari del 118, dove i medici hanno tentato in tutti i modi di riattaccare il dito al bambino, ma dove il delicatissimo intervento non è andato a buon fine.