Drammatico incidente in Tangenziale Sud a Torino: morta una ragazza

Torino, grave incidente stradale sulla tangenziale sud: morta Serena Cottitto
Torino, grave incidente stradale sulla tangenziale sud: morta Serena Cottitto

Un terribile incidente stradale si è consumato nella serata di venerdì 30 settembre 2022, due auto che viaggiavano sulla Tangenziale Sud di Torino si sono scontrate e a causa del violento impatto la giovane Serena Cottitto ha perso la vita.

Incidente stradale sulla Tangenziale Sud di Torino: morta Serena Cottitto

Nella serata di venerdì 30 settembre 2022 e più precisamente intorno alle ore 21, due vetture si sono scontrate sulla Tangenziale Sud di Torino, all’altezza dello svincolo Sito Interporto, in direzione Savona-Piacenza.

Nell’incidente sono rimaste coinvolte nel complesso quattro persone, che viaggiavano a bordo dei due mezzi, a perdere la vita è stata soltanto la 28enne Serena Cottitto.

La dinamica dell’incidente che ha spezzato la vita di Serena Cottitto: indagini in corso

La dinamica dell’incidente stradale che ha spezzato la vita della giovanissima Serena Cottitto è al vaglio della Polizia Stradale, ma secondo una prima ricostruzione quasi certamente si è trattato di un tamponamento tra le due auto.

È altamente probabile che l’asfalto reso viscido dalla pioggia abbia contribuito a far perdere il controllo ad uno dei due mezzi rimasti coinvolti, che conseguentemente avrebbe innsescato l’incidente.

L’intervento dei soccorritori e il bilancio dell’incidente

Sul luogo dell’incidente sono tempestivamente intervenuti oltre agli operatori del 118, i Vigili del Fuoco e gli agenti della Polizia Stradale.

Nel complesso l’incidente ha generato un bilancio complessivo di tre persone ferite ed una ragazza morta.

Per la giovane Serena Cottitto che al momento dell’incidente si trovava da sola alla guida del suo mezzo non c’è stato nulla da fare. Le tre persone che viaggiavano a bordo del secondo mezzo coinvolto nell’incidente sono rimaste ferite e per loro è stato disposto il trasferimento all’Ospedale di Rivoli e all’Ospedale San Luigi di Orbassano.