Dresda dichiara l''emergenza nazismo'

webinfo@adnkronos.com

A Dresda è "emergenza nazismo". Il consiglio comunale della città tedesca ha approvato una risoluzione nella quale si denuncia che "idee e azioni antidemocratiche, antipluraliste, misantrope e di estrema destra, compresa la violenza, avvengono con sempre maggiore frequenza". "La città ha un problema con i nazisti", ha tuonato Max Aschenbach, consigliere del partito satirico Die Partei. Sulla base della risoluzione, la città cercherà di rafforzare la cultura democratica e di offrire una migliore protezione alle minoranze ed alle vittime della violenza. "Dobbiamo fare qualcosa - ha esortato Aschenbach, promotore del testo, parlando con l'emittente Mdr - La politica deve finalmente cominciare a contrastare" questo fenomeno "e dire che è inaccettabile". La risoluzione è stata votata dai Verdi, dalla Linke, dai Liberali e dall'Spd, mentre la Cdu l'ha criticata, definendola "un'iniziativa simbolica, con errori linguistici".