Droga: blitz arresto ultras Milan, indagine preso il via da tentato omicidio Anghinelli (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Ulteriori approfondimenti condotti dalla Polizia di Stato hanno evidenziato gravi indizi relativi al coinvolgimento nel traffico di stupefacenti di altre persone, tra cui alcuni appartenenti al gruppo Curva Sud. In particolare, a seguito della richiesta di collaborazione della Procura di Milano, attraverso Eurojust, alle Autorità Giudiziarie spagnole e francesi, sono emersi elementi investigativi circa l'importazione di ingenti quantitativi di marijuana e hashish dal Marocco, attraverso la Spagna, e di cocaina dal Sud America.

Gli indagati comunicavano tra loro, e con i propri fornitori, tramite telefoni cellulari criptati con schede telefoniche olandesi, con cui organizzavano la consegna e il relativo pagamento dello stupefacente trasportato dal Marocco all’Italia su camion e furgoni, occultato tra generi alimentari, che veniva poi consegnato nell'hinterland milanese e poi smistato agli acquirenti finali. Ad alcuni dei destinatari della misura cautelare viene contestato l'acquisto in sud America, con pagamento effettuato a Pedrengo (BG), di 10 kg di cocaina sequestrati al Porto di Santos (Brasile) il 22 aprile 2020, unitamente ad altri 349 kg di cocaina rinvenuta a bordo di una nave cargo dopo la rottura accidentale di uno dei borsoni occultati nel "sea chest" della stessa imbarcazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli