Droga, blitz della polizia: arrestata banda di albanesi... -2-

Red/Nav

Roma, 1 ago. (askanews) - Quasi 200 kili di cocaine, 3 pistole e un fucile d'assalto. Questo il frutto dell'operazione di polizia che stamane nella Capitale ha portato all'arresto di persone. Dalle prime ore del giorno - si spiega in una nota - la Squadra Mobile di Roma, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, ha eseguito un' Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini a carico di 9 soggetti, responsabili a vario titolo di Associazione armata finalizzata al traffico transnazionale di sostanze stupefacenti, detenzione e porto di armi alterate e ricettazione.

Gli indagati finiti in manette sono Daiu Lulzim, nato in Albania nel 1972; Karameta Agim, nato in Albania nel 1962; Rosu Elena Daniela, nata in Romania il nell'87; Alessandro Romagnoli, nato a Roma nel 1980; Gipsi Bujar, nato in Albania nel 1975; Monari Artan, nato in Albania nel 1967; Deborah Belli, nata a Roma nel 1978. Altri due soggetti di nazionalità albanese raggiunti dal provvedimento restrittivo risultano allo stato irreperibili in quanto da tempo non presenti sul territorio nazionale.

I soggetti raggiunti dal provvedimento restrittivo avevano costituito un'organizzazione armata dedita alla commissione dei delitti di importazione e successiva distribuzione di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente del tipo cocaina. In particolare, al vertice dell'organizzazione è collocato Daiu con il ruolo di capo e organizzatore. Era lui a dirigere e organizzare - si sottolinea - le singole importazioni di stupefacente, a coordinare i rapporti tra i detentori dello stupefacente all'estero e i corrieri incaricati del trasporto e la successiva distribuzione in Italia. (Segue)