Droga a domicilio h24, smantellata rete di spaccio a Palermo

Roma, 26 lug. (askanews) - Negli ultimi anni hanno fatto circolare fiumi di cocaina a Palermo. La polizia ha smantellato una fitta rete di spaccio gestita da due associazioni a delinquere in un'operazione che fa seguito a quella del febbraio 2017 che portò all esecuzione di alcuni provvedimenti di custodia a carico di pusher del rione Zisa. Allora si scoprì un giro di droga, attraverso ordinazioni telefoniche, per rifornire la cosidetta "Palermo bene".

Le ultime indagini hanno messo in luce le illecite attività di altri soggetti, dello stesso rione, appartenenti a organizzazioni strutturate che offrivano un servizio di droga h24 con ordinazioni al telefono, take away e a domicilio, a centinaia di acquirenti in zone diverse del centro città. Tra i promotori dell'organizzazione è stato arrestato anche il parente di un noto pregiudicato mafioso del mandamento della "Noce".

Il gruppo controllava rigidamente l'attività di spaccio dei propri pusher, spesso in conflitto tra loro stessi per aumetare il bacino di clienti, come si evidenzia dalle intercettazioni della polizia. Questa è tra un pusher e una donna, moglie di un altro pusher, schiaffeggiato davanti agli altri per essersi impossessato di parte dei proventi dello spaccio: "Ma dimmi una cosa, gli hai dato uno schiaffo? Ha preso schiaffi? Si, uno. Io non c'ero. Da 'Fiorellino'. Lui e Danilo, pure. Però mi ha riferito che non gli ha fatto male. Lo ha fatto probabilmente per mostrare a tutti che lui ha dato lo schiaffo.... Gli ha detto che non avrebbero preso bastonate per il fatto che hanno dei figli...".