Droga, relazione Dcsa: in aumento sequestri cocaina, +127,6%

(Segue)

Roma, 30 giu. (askanews) - La Direzione Centrale per i Servizi Antidroga pubblica la sua "Relazione Annuale", nella quale vengono illustrati attivit e risultati ottenuti l'anno precedente nella lotta al traffico illecito delle sostanze stupefacenti nel nostro Paese. I sequestri di droga mostrano un vistoso aumento per la cocaina (+127,61%), con la quota record delle 8 tonnellate sottratte al mercato illegale, il quantitativo pi alto dal 2010 ad oggi. Aumentano anche i sequestri di droghe sintetiche, dato che ne conferma la crescente diffusione, soprattutto tra i pi giovani. Dei denunciati per reati concernenti gli stupefacenti, il 39,45% costituito da stranieri, in maggioranza di nazionalit marocchina, albanese, nigeriana, gambiana, tunisina e senegalese.

Si registra anche un lieve incremento dei minori segnalati all'Autorit Giudiziaria, per la maggior parte italiani e coinvolti, per lo pi, nella cessione dei derivati della cannabis (hashish e marijuana) Crescono, per il terzo anno consecutivo, le morti per overdose riferite a tutte le droghe, che nell'anno sono state 373, con un aumento dell'11,01% rispetto al 2018.

Altro tema di interesse riguarda le "rotte" del narcotraffico, che per non presentano elementi di novit. Il business della droga si conferma essere il pi redditizio per le organizzazioni criminali, n'drangheta calabrese in testa e l'attivit di contrasto antidroga resta il pi incisivo strumento per colpire la forza di queste organizzazioni criminali e la complessa filiera che ruota intorno a tali traffici.