Droghe e armi nella loro baracca a Milano: coppia arrestata

Red/Alp

Milano, 24 giu. (askanews) - Ieri a Milano, i poliziotti del commissariato Porta Genova hanno arrestato una coppia di filippini per spaccio dopo aver scoperto sei bustine con 1,6 grammi di shaboo, 15 pasticche di anfetamine e 1,5 gr di hashish, centinaia di bustine per il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e appunti con cifre e debiti vari, in una baracca abusiva nel boschetto adiacente a via Domokos, poco distante dall'ospedale San Carlo.

Lo ha riferito la questura del capoluogo lombardo, spiegando che all'uomo (un 50enne pregiudicato irregolare in Italia) e alla donna (un'incensurata con regolare permesso di soggiorno), gli agenti sono giunti in seguito a diverse segnalazioni di spaccio. Ieri mattina i poliziotti hanno scavalcato la recinzione e forzato il lucchetto di un ingresso della loro baracca sorprendendo in una cucina di fortuna la coppia e due loro amici risultati estranei ai fatti.

Oltre agli stupefacenti, sono state sequestrate anche una pistola scacciacani, due pistole giocattolo a gas, una spada di 95 cm, una roncola, un machete da 57 cm e sei pugnali tra i 17 e i 58 cm di lunghezza. Sempre secondo quanto riferito dalla polizia, nella struttura c'era anche un pollaio con una gallina e due anatre, una cuccia con un cucciolo di cane, diversi depositi di materiale ferroso e da lavoro, e cinque "stanze" in pessime condizioni igienico-sanitarie. La struttura era alimentata con diverse batterie per automobili.

In accordo con l'arrestata, gli animali sono stati affidati ad un italiano che gestisce un orto limitrofo alla baracca.