Droni sorvoleranno su parchi e ville e ci saranno posti di blocco in punti strategici della città

·1 minuto per la lettura
Controlli intensificati a Pasque e Pasquetta
Controlli intensificati a Pasque e Pasquetta

Prevista un’intensificazione dei controlli per i giorni di Pasqua e Pasquetta che nel Lazio, così come in tutta Italia, saranno zona rossa: presenti droni e posti di blocco in punti strategici della città. A spiegarlo Matteo Piantedosi, prefetto di Roma.

Pasqua e Pasquetta 2021: le regole

A differenza di Pasqua e Pasquetta 2020, quest’anno sono previste delle deroghe: è possibile, infatti, che due persone non conviventi possono andare a casa di amici e parenti. Vietate, però, scampagnate, feste in giardino, pranzi con tutti gli amici o la famiglia al completo.

Con la campagna vaccinale, l’Italia è più speranzosa, ma la situazione non è ancora delle migliori. Per questo, nei giorni di Pasqua e Pasquetta soprattutto, saranno intensificati i controlli da parte delle forze dell’ordine.

Più controlli a Pasqua e Pasquetta

Le forze dell’ordine non adotteranno un approccio “poliziesco-repressivo”, spiega Piantedosi a Il Messaggero: “Ai cittadini va tutta la mia comprensione, è stato un anno davvero difficile, ma è doveroso fare insieme un ultimo, necessario sforzo. Capisco che possa esserci stanchezza, ma si tratta di percorrere responsabilmente quel tratto di strada che ci porterà fuori dalla pandemia”.

Niente scampagnate né picnic nei parchi e nelle ville, o in riva ai laghi o in montagna. Questi luoghi saranno controllati anche i droni, oltre ai normali controlli a piedi di polizia, carabinieri e vigili urbani. Numerosi saranno i posti di blocco in punti strategici per controllare spostamenti in auto e autocertificazioni.