"Dudù premier e Totti all'Istruzione", impazza generatore di governi

webinfo@adnkronos.com

Crisi di governo? Niente panico, a volte la soluzione può spuntare da dove non te lo aspetti. Anche online, si direbbe, stando almeno al 'Generatore automatico di governi' che in queste ore, in attesa delle nuove consultazioni al Quirinale, impazza sul web. "Sono passati 448 giorni da quando l'Italia ha un nuovo governo. Prima o poi cadrà, meglio farsi trovare preparati" si legge nell'homepage del 'Generatore automatico di Governi', sito realizzato da Daniele Tigli da un'idea di Jacopo Paoletti che già lo scorso hanno aveva strappato più di un consenso tra gli utenti. 

Come funziona? Semplice. Per creare la propria squadra di governo basta cliccare sul tasto 'Genera un Governo' e il sistema propone una lista di nomi pescati a caso, tra vip e personaggi di fantasia, adatti - si fa per dire - a occupare le caselle chiave dell'esecutivo. Ecco Costantino della Gherardesca agli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, Frank Matano all'Interno, il commissario Auricchio alla Giustizia, Putin alla Difesa, Efe Bal all'Economia, la provvidenza allo Sviluppo Economico, Marisa Laurito alle Politiche agricole alimentari e forestali, Sophia Loren all'Ambiente, 'Taxi Londra12 in 3 minuti' alle Infrastrutture. C'è persino Francesco Totti all'Istruzione e Wanna Marchi e Mário Pacheco Do Nascimento alla Salute. Il premier? Nessuno meglio di Dudù, il cagnolino di Silvio Berlusconi. 

Se il risultato non convince si può sempre cliccare sul tasto 'Sergio non è soddisfatto' e ottenere un 'rimpasto', come Zucchero agli Affari Esteri e Bruce Lee alla Difesa. Dall'apertura della crisi il generatore di governi è diventato un tormentone tanto che in queste ore sui social l'hashtag #GeneratoreGoverni ha scalato la classifica dei trending topic, con centinaia di utenti che condividono la loro fantasiosa e a dir poco improbabile squadra di governo.