Dudelange-Milan, le pagelle: Higuain una sentenza, Castillejo convince

Higuain il solito killer in area di rigore, nel Milan bene anche Castillejo e Caldara, non brillano Borini e Mauri. Frising spicca nel Dudelange.

DUDELANGE


MILAN

REINA 6: Si fa trovare pronto nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa, preciso anche nella gestione della palla con i piedi.

ABATE 5,5: Il cartellino giallo ad inizio gara lo condiziona ed evita spesso di entrare in contrasto, limita le avanzate in avanti.

CALDARA 6,5: Fa sentire il fisico e gestisce bene la marcatura, sfiora il goal con un grande stacco prima dell'intervallo, confermandosi un'arma in più nei calci piazzati a favore.

ROMAGNOLI 6: Solita prestazione senza particolari sbavature: ottima scelta di tempo negli anticipi e nelle chiusure.

LAXALT 6: Buon supporto alla manovra offensiva sulla sua fascia, puntuale nelle diagonali difensive.

BERTOLACCI 5,5: Prima da titolare per l'ex Genoa, che si limita a giocare semplice senza mai cercare l'inserimento senza palla in area avversaria. (70' KESSIE 6: Fornisce buona copertura nei minuti finali).

MAURI 5,5: Non ha il ritmo partita e si vede, arriva spesso in ritardo nei contrasti ma è preciso in un semplice giro palla a metà campo. (80' CALHANOGLU SV)

BAKAYOKO 6: Qualche bella accelerazione nel primo tempo, sta trovando la giusta intesa negli scambi con i compagni. 

BORINI 5: Solita generosità e sacrificio sull'out di sinistra, ma perde una gran quantità di palloni. Nella ripresa il palo gli nega la gioia del goal. (87' HALILOVIC SV).

HIGUAIN 6,5: Fornisce sempre tanta qualità quando viene coinvolto nella manovra della squadra: dopo un primo miracolo di Frising trova il primo goal europeo in rossonero facendosi trovare al posto giusto. Nel finale sfiora anche il raddoppio.

CASTILLEJO 6,5:  Fa molto movimento ma nel primo tempo è poco concreto: nella ripresa risulta più preciso e subisce molti falli, facendosi trovare sempre nel vivo del gioco. Dal suo sinistro nascono le azioni più pericolose.