Due donne in corsa per il ruolo di capo politico del M5s: chi sono

nuovo capo politico m5s

Dopo due anni e 4 mesi alla guida del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio ha rassegnato le dimissioni: si è aperta la contesa al ruolo di capo politico di M5s. Al momento, però, la reggenza (secondo le regole previste dallo Statuto) è stata affidata a Vito Crimi. Quest’ultimo, in un’intervista recente, ha confessato: “Mi dicono che sono la persona giusta per condurre il Movimento in questo momento di crescita, alla luce della mia lunga esperienza. Ma non farò nessuno strappo, lavorerò in continuità con il percorso che Luigi ha avviato e che io devo portare avanti alla luce delle criticità rilevate”. Rispetto alla leadership, invece, “non ci poniamo il problema dei tempi o dei poteri”. Secondo alcune indiscrezioni, sarebbero due donne a contendersi la successione di Di Maio.

Nuovo capo politico M5s

A guidare il Movimento, dopo le dimissioni di Luigi Di Maio, potrebbe arrivare una donna. Infatti, secondo alcune indiscrezioni, tra i nomi in lista per il ruolo di nuovo capo politico ci sarebbero Chiara Appendino e Paola Taverna. Al momento, però, la reggenza è affidata a Vito Crimi, che sente su di lui “una grossa responsabilità”. Sul crollo di M5s nei sondaggi (passato dal 32% a poco più del 10%) Crimi replica: “è più importante il consenso a tutti i costi o far bene per il Paese? Noi non abbiamo aiutato i potenti, ma i poveri. Una categoria che non influenza le masse”.

Tra le ipotesi del quotidiano la Stampa, il Movimento si dirige verso un asse tra 4 big: alla guida ci sarebbe Paola Taverna, con a fianco il ministro Stefano Patuanelli, Roberto Fico e l’ex fedelissimo di Di Maio, Riccardo Fraccaro. Il successore dell’ex capo politico, invece, potrebbe essere proprio la sindaca di Torino, Chiara Appendino.