Due donne e un uomo arrestati per spaccio a Tor Bella Monaca

Cro/Ska

Roma, 17 ago. (askanews) - Le piazze di spaccio della zona di Tor Bella Monaca sono sempre sotto stretta sorveglianza da parte dei Carabinieri. Nella giornata di ieri, a poche ore l'uno dall'altro, i militari della Stazione Roma Tor Bella Monaca hanno eseguito 3 arresti nei confronti di 2 donne di 38 e 43 anni, entrambe romane e pregiudicate, e un uomo di 33 anni, anch'egli pregiudicato e sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, tutti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La spacciatrice di 38 anni è stata sorpresa dai Carabinieri mentre, in tarda serata, stava sostando in atteggiamento sospetto in via Giacinto Camassei. Sottoposta a controllo, dalle sue tasche sono spuntate 21 dosi di cocaina e 750 euro in contanti ritenuto provento della sua illecita attività.

La 43enne, invece, è stata fermata in via dell'Archeologia. Anche in questo caso ad incastrarla è stato il suo atteggiamento guardingo nella nota piazza di spaccio che ha indotto i Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca ad approfondire le verifiche sul suo conto. La pusher è stata "pizzicata" con 18 dosi di cocaina e 750 euro in contanti, presumibile incasso ottenuto grazie allo spaccio di droga.

Poco dopo, a finire in manette - sempre in via dell'archeologia - è stato il 33enne: l'uomo, fermato per un controllo, è stato trovato in possesso di 11 dosi di cocaina e 190 euro, probabile provento dell'attività di spaccio.

A margine dell'ultima attività antidroga, i Carabinieri hanno passato al setaccio anche i complessi residenziali che si affacciano su via dell'Archeologia rinvenendo, al civico 64, un vero e proprio magazzino di stoccaggio della droga e dei ricavi della vendita al dettaglio da parte dei pusher. I militari hanno sequestrato ben 671 dosi di cocaina - pari a circa 309 gr. di stupefacente - 865 euro in contanti, 2 bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento delle singole dosi, il tutto nascosto nei locali tecnici del complesso residenziale.

La cocaina, il denaro e il materiale rinvenuto sono stati sequestrati, mentre gli spacciatori sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.