Due ragazzine vittime di violenza sessuale in piscina

Piscina
Piscina

Due ragazzine di 15 anni sono state importunate, aggredite e violentate nei bagni di una piscina. Un gruppo di giovani ha sottratto loro il cellulare e altri oggetti, pretendendo rapporti sessuali in cambio della restituzione.

Due 15enni stuprate nei bagni di una piscina: rapporti in cambio della restituzione del telefonino

Una storia che arriva direttamente da Cuneo, emersa dopo una denuncia. Secondo quanto riportato da “La Stampa“, l’episodio sarebbe accaduto circa un mese fa. I carabinieri e i magistrati della Procura di Cuneo stanno indagando su quanto accaduto. Due ragazzine di 15 anni sono state aggredite e violentate nei bagni di una piscina, da un gruppo di ragazzi, che le hanno anche ricattate.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Damiano dei Maneskin: "Uno stupro è tale anche se denunciato molto tempo dopo"

La dinamica della violenza

Le due ragazze di 15 anni, studentesse di prima superiore, sarebbero state avvicinate e importunate da un gruppo di giovani che si trovava in piscina. I ragazzi avrebbero sottratto loro diversi oggetti personali, tra cui i cellulari e gli occhiali. Per ottenere la restituzione di questi oggetti, entrambe sono state costrette ad accompagnarli nei bagni, dove si sarebbero consumate delle violenze sessuali. Questo è quanto emerge dalla denuncia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli