Due uomini armati di coltello hanno ucciso 10 persone in Canada

Killer
Killer

Dieci persone sono state uccise in Canada da due uomini armati di coltello. Altre quindici persone sono state ferite. Le aggressioni sono avvenute in 13 comunità in provincia di Saskatchewan.

Canada, 10 persone uccise a coltellate da due uomini

Orrore in Canada, dove nella giornata di ieri, 4 settembre, due uomini armati di coltello hanno ucciso 10 persone e ferito altre 15 persone. I due killer sono stati identificati dalle forze dell’ordine, ma si sono dati alla fuga. Si tratta di Damien Sanderson e Myles Sanderson, che risultano ricercati. La strage è avvenuta a Nord di Ottawa, nella provincia di Saskatchewan, in 13 diverse zone dei villaggi di James Smith Cree Nation e di Weldon. Le comunità locali hanno dichiarato lo stato di emergenza e l’allerta è stata estesa anche all’Alberta e al Manitoba. La polizia ha chiesto ai residenti di rimanere a casa. Dalle prime indicazioni sembra che alcune vittime siano state colpite a caso e altre di proposito, ma non si conosce il movente.

Caccia ai killer

I ricercati sono Damien Sanderson e Myles Sanderson, rispettivamente di 31 e 30 anni. La polizia ha diffuso le foto, spiegando che potrebbero viaggiare su una Nissan Rogue nera. “Sono considerati armati e pericolosi. Chiunque noti i sospetti o il loro veicolo, è pregato di non avvicinarsi, lasciare immediatamente l’area e chiamare i servizi di emergenza” hanno dichiarato le forze dell’ordine.

Justin Trudeau, premier canadese, ha definito “orribili e sconvolgenti” gli accoltellamenti avvenuti nella regione di Saskatchewan. “Penso alle persone che hanno perduto un loro caro e a quelle che sono rimaste ferite” ha aggiunto. “È orribile quello che è successo nella nostra provincia oggi” ha sottolineato Rhonda Blackmore, assistente del commissariato della Polizia reale canadese.