Dupasquier: Copioli (Fmi), 'sarebbe stato più giusto sentire parere piloti prima di correre'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 mag. – (Adnkronos) – "Io penso che sarebbe stato più giusto sentire il parere dei piloti prima di prendere la decisione di scendere ugualmente in pista. Sono però convinto che la maggioranza avrebbe deciso di gareggiare. I piloti spesso preferiscono correre per esorcizzare questi tragici eventi". Così all'Adnkronos il presidente della Federmoto (Fmi) Giovanni Copioli in merito al mancato stop delle gare al Mugello dopo la morte del 19enne centauro svizzero Jason Dupasquier in seguito al grave incidente nelle qualifiche del Gp d'Italia nella classe Moto3.

"Tre settimane fa in un trofeo amatoriale abbiamo avuto un tragico incidente con la morte di Stelvio Boaretto e abbiamo deciso di sospendere la manifestazione -aggiunge il numero uno del motociclismo italiano-. La Dorna ha scelto invece di correre, non critico la decisione però forse sentire il parere dei ragazzi sarebbe stato corretto".

"In questi anni nelle corse sono stati fatti passi da gigante per aumentare la sicurezza ma il nostro è uno sport dove ci sono dinamiche impossibili da prevenire. L'unica cosa che possiamo fare è continuare a fare il possibile per migliorare e per questo la Fmi ha creato 4 anni fa la commissione sicurezza per cercare di fare tutto quanto umanamente possibile per evitare tragici incidenti pur sapendo che la sicurezza al 100% non è possibile", conclude Copioli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli