Duplice omicidio stradale, sergente Nato giudicato in Italia e Usa

webinfo@adnkronos.com

Accusato di duplice omicidio stradale, questa mattina, ha ottenuto gli arresti domiciliari il sergente 27enne, V. J.T. dell’esercito Usa, in servizio fino allo scorso maggio alla base Nato di Gricignano d’Aversa (Caserta). La notte del 6 settembre 2018, imboccò contromano, probabilmente ubriaco, la statale 7bis Nola-Villa Literno urtando frontalmente varie auto, e uccidendo sia il conducente 31enne casertano di una delle vetture coinvolte che il passeggero 21enne, un collega americano che gli sedeva a fianco.L’analisi delle immagini dei sistemi di video sorveglianza stradale, le testimonianze, gli esami autoptici e una consulenza tecnica hanno consentito di raccogliere gravi indizi colpevolezza sul conto del 27enne che guidava ad alta velocità al punto da scontrarsi con un’altra auto che viaggiava nel corretto senso di marcia. Il sergente fu trasportato presso l’ospedale di Aversa, ma si allontanò arbitrariamente dal nosocomio evitando di sottoporsi ai controlli di natura alcolemica e tossicologica previsti dalla legge.  

Il provvedimento di arresto è stato emesso lo scorso maggio dopo mesi indagini dalla Procura di Napoli Nord. Dopo varie battaglie giudiziarie tra i Ministeri della giustizia italiana e americana  il sergente, difeso dagli avvocati Angelo Raucci e Antonio Ammendola, alcuni giorni fa è stato deciso che sarà giudicato con rito abbreviato per il decesso del cittadino italiano dal tribunale di Napoli Nord, mentre per la morte del cittadino americano sarà giudicato negli Usa così come prevede la normativa di diritto internazionale. La recente legge italiana per il reato omicidio stradale sotto effetto di alcol o droga  prevede pene a partire da 15 anni di carcere. Il sergente oggi ha ottenuto i domiciliari presso la sua abitazione nella base Nato di Gricignano.