Durigon apre tavolo su crisi editoria. Smeriglio: ben fatto

Pol/Arc

Roma, 29 lug. (askanews) - Sostenere e rilanciare il settore, aiutare la ripresa dell'occupazione, contrastare il lavoro precario, evitare il fallimento dell'istituto di previdenza dei giornalisti. L'editoria è in un momento di grande difficoltà e, per una volta, Lega e Pd potrebbero trovarsi dalla stessa parte. Il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, ha convocato per il prossimo 12 settembre, presso la sede della Federazione nazionale della stampa, un tavolo di confronto dedicato ai temi del lavoro e della previdenza. La conferma è avvenuta durante un dibattito sui rapporti Italia-Europa che al Festival di Latina ha visto confrontarsi l'esponente leghista con il neo deputato europeo del Pd Massimiliano Smeriglio.

Sul palco del Festival di narrazioni e cultura politica, "Come il vento nel Mare", all'hotel Miramare di Latina, Durigon ha ribadito: "Siamo interessati a difendere e rilanciare il ruolo dell'informazione professionale, dalle radio che svolgono una funzione di pubblica utilità, ai giornali del territorio fondamentali per l'informazione e il dibattito vicini ai cittadini. Come siamo impegnati a trovare una soluzione per l'Inpgi allargando la platea degli iscritti".

"Da Durigon - ha concluso Smeriglio - mi dividono molte cose, dalle politiche di welfare alla flat tax fino alle politiche di accoglienza, ma sulla difesa dei livelli occupazionali e la libertà di stampa sta facendo un buon lavoro".