Durigon si dimette, la decisione presa dopo la riunione con Salvini

·2 minuto per la lettura
dimissioni
dimissioni

Si è concluso con le dimissioni del deputato della Lega il cosiddetto “Caso Claudio Durigon” che, da giorni, sta facendo discutere gli esponenti del mondo politico italiano. La notizia relativa alle dimissioni del deputato Durigon è stata annunciata nella tarda serata di giovedì 26 agosto.

Fonti Lega, Durigon annuncia le dimissioni

Fonti interne alla Lega hanno rivelato che il deputato Claudio Durigon sia pronto a dimettersi: la decisione, comunicata nella tarda serata di giovedì 26, è scaturita in seguito all’incontro del politico leghista con il leader del partito, Matteo Salvini.

La decisione di presentare le proprie dimissioni si configura come un atto dovuto da parte del sottosegretario al Ministero dell’Economia, soprattutto in considerazione delle polemiche ha recentemente attirato su di sé.

Fonti Lega, Durigon annuncia le dimissioni: l’epilogo del “Caso Claudio Durigon”

Il sottosegretario all’Economia, Claudio Durigon, si è trasformato nel bersaglio prediletto dalle critiche sorte in contesto politico lo scorso 4 agosto, quando rilasciò alcune dichiarazioni reputate filofasciste.

Il deputato leghista, infatti, aveva proposto di ripristinare il nome originario di un parco di Latina, oggi dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ma un tempo intitolato ad Arnaldo Mussolini, fratello di Benito Mussolini e direttore del quotidiano del Partito Fascista.

Una simile esternazione ha scatenato l’ira delle forze politiche che militano nel centrosinistra e hanno chiesto le dimissioni di Durigon. Tra le reazioni più dure, inoltre, c’è sicuramente quella espressa dal leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte.

Fonti Lega, Durigon annuncia le dimissioni: l’incontro con Salvini

In seguito all’ondata di polemiche che ha travolto il sottosegretario all’Economia, il leader della Lega, Matteo Salvini, aveva difeso apertamente il deputato leghista, lo scorso 11 agosto. La posizione di Salvini, tuttavia, è rapidamente mutata dopo un meeting organizzato a Palazzo Chigi nei giorni scorsi con il Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Terminata la riunione, infatti, il leader della Lega aveva dichiarato: “Parlerò con Claudio”.

L’incontro tra Matteo Salvini e Claudio Durigon, infine, si è tenuto nel pomeriggio di giovedì 26 e si è concluso con la ratifica delle dimissioni del sottosegretario leghista al Ministero dell’Economia.

Fonti Lega, Durigon annuncia le dimissioni: la lettera aperta del deputato

La decisione di rassegnare le dimissioni è stata commentata da Claudio Durigon attraverso una lettera aperta nella quale ha spiegato: “Per uscire da una polemica che sta portando a calpestare tutti i valori in cui credo, faccio un passo indietro. Ma non sono fascista”.

Riferendosi all’episodio del parco di Latina, invece, l’ex sottosegretario del Mef ha ribadito di considerare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino “due eroi, modelli di senso dello Stato”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli