Duro colpo per Boris Johnson, perde la maggioranza per un seggio

boris johnson perde maggioranza

Un gesto eclatante ha stravolto i piani di Boris Johnson, Primo Ministro e leader del partito conservativo. A poche ore dal voto parlamentare, previsto per le 23 italiane, il governo Johnson ha perso la maggioranza in Parlamento.

Boris Johnson perde la maggioranza per un seggio

Non è stato un bel rientro quello di Boris Johnson che, dopo la consueta pausa estiva, si visto sfuggire dalle mani la maggioranza parlamentare. Durante la seduta alla Camera dei Comuni, infatti, il conservatore Philip Lee si è alzato improvvisamente e con un gesto eclatante è andato a sedersi tra i banchi dei liberal democratici, a quanto pare il suo nuovo partito. Un gesto clamoroso avvenuto sotto gli occhi dello speaker John Berkow e del primo ministro Johnson che ha così immediatamente perso la tanto agognata maggioranza al parlamento. Tutto questo a poche ore dal voto parlamentare che era previsto per questa sera verso le ore 23. Una decisione che spiega Lee è una presa di coraggio nei confronti di un partito conservatore troppo aggressivo: “Oltre 27 anni fa mi sono unito al partito conservatore. Il partito che lascio oggi non è quello del 1992. Il governo conservatore di oggi sta perseguendo in modo aggressivo una Brexit dannosa e senza principi. Mette a rischio inutilmente delle vite e dei mezzi di sussistenza, oltre a minacciare pericolosamente l’integrità del Regno Unito”. Ora con tutta probabilità saranno le opposizioni a prendere il sopravvento mentre si aspettano le votazioni previste per domani contro la no-deal Brexit, prevista per il 14 ottobre 2019.