E' morta Inge Feltrinelli

webinfo@adnkronos.com
E' morta Inge Feltrinelli  

Lutto nel mondo dell'editoria e della cultura italiana e internazionale: è morta Inge Schönthal Feltrinelli, l'ultima grande 'regina dei libri'; era soprannominata 'The queen of publishing'. Aveva 87 anni e da qualche tempo era malata, le sue condizioni di salute erano circondate dal massimo riserbo. La camera ardente sarà allestita domani, a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano dalle 10 alle 14.  

Fotografa e giornalista tedesca naturalizzata italiana, l'editrice era nata a Gottinga il 24 novembre 1930. Figlia di ebrei tedeschi immigrati dalla Spagna, intraprende ad Amburgo la carriera di fotoreporter, nel 1952 Inge trascorre un lungo periodo a New York ospite della pronipote di J. P. Morgan. Conosce l'editore Giangiacomo Feltrinelli nel 1958 e lo sposa nel 1960. Con la sua macchina fotografica ha immortalato, tra gli altri, Greta Garbo, John Fitzgerald Kennedy, Winston Churchill, Ernest Hemingway, Allen Ginsberg, Pablo Picasso e Marc Chagall. 

Si deve a Inge la salvezza della casa editrice Feltrinelli nel 1972 dopo la tragica scomparsa del marito dilaniato da un'esplosione a Segrate mentre stava preparando un attentato dei Gap, la formazione clandestina rivoluzionaria creata da lui stesso. Dal 1969, quando il marito entrò in clandestinità e ancor più dopo la sua morte, ha gestito l'omonima casa editrice, poi affidata al figlio Carlo.  

"Fonte quotidiana di ispirazione per le attività dell'intero Gruppo, Inge Schönthal Feltrinelli è stata - si legge in una nota della casa editrice Feltrinelli -, la guida più esigente e lo sguardo più innovativo, l'entusiasta promotrice di nuove attività come la diga più invalicabile a difesa dell'indipendenza e dell'autonomia della cultura e di tutte le manifestazioni di pensiero libero". "Fotografa, fotoreporter, grande appassionata di moda, di arte e di ogni forma di creatività, aveva difeso con coraggio la stessa esistenza della Casa editrice Feltrinelli, alla scomparsa del suo fondatore - ricorda la casa editrice - Ci lascia una donna che sapeva distinguere la qualità e che ha portato in Italia e a Milano, nel corso degli ultimi cinquant'anni, scrittrici, scrittori, editori, intellettuali internazionali animando un contesto di inestimabile ricchezza".  

L'Amministratore Delegato del Gruppo, Roberto Rivellino, il Comitato di alta direzione, i librai Feltrinelli e tutto il personale della squadra Feltrinelli "sono vicini al loro presidente Carlo e a tutta la sua famiglia nel loro dolore". "Nel condividere questo momento con tutti i lettori e appassionati di cultura, il nostro Gruppo non può che ricordare adeguatamente la straordinaria vita di Inge Feltrinelli prendendosi l'impegno di continuare a percorrere la strada da lei tracciata. In tutte le forme e con tutta l'energia possibile", conclude la nota del Gruppo Feltrinelli.