E-cig, decessi e malori negli Usa

Da quando sono sbarcate sul mercato, le sigarette elettroniche hanno rivoluzionato il mondo del tabacco.

E sebbene siano passati circa una decina di anni, sulle e-cig sappiamo ancora davvero poco.

E' appurato che facciano meno male rispetto alle sigarette tradizionali, ma presentano comunque dei rischi.

Attualmente le sigarette elettroniche sono al centro di un acceso dibattito negli Usa.

Oltreoceano si sono registrati cinque decessi che potrebbero essere collegati al loro utilizzo.

In aggiunta a oltre 450 possibili casi di malattia polmonare legata allo svapo.

Un fenomeno che potrebbe essere però connesso ad un utilizzo particolare delle e-cig.

Nella maggior parte dei casi infatti, i consumatori interrogati hanno riferito di avere fumato le sigarette elettroniche con liquidi contenenti THC, uno dei principi attivi della cannabis.

Prelevando alcuni campioni di prodotti utilizzati dai pazienti che si sono ammalati, gli investigatori della Food and Drug Administration hanno rinvenuto olio derivato dalla vitamina E.

L'olio derivato dalla vitamina, noto come vitamina E acetato, è disponibile sul mercato sotto forma di integratore. Se inalato, però, può provocare proprio i sintomi dei pazienti ricoverati: tosse, respiro corto e dolore toracico.(guarda il video)