È morta l'attrice Nathalie Delon, ex moglie di Alain

Lorenzo Santucci
·1 minuto per la lettura
French actors Alain Delon and Nathalie Baye attend a ceremony in honor of French producer Daniel Toscan du Plantier 04 October 2003 at the Al Badii Palace in Marrakech during the third Marrakech Film Festival.        AFP PHOTO/ABDELHAK SENNA   (Photo credit should read ABDELHAK SENNA/AFP via Getty Images) (Photo: AFP via Getty Images)
French actors Alain Delon and Nathalie Baye attend a ceremony in honor of French producer Daniel Toscan du Plantier 04 October 2003 at the Al Badii Palace in Marrakech during the third Marrakech Film Festival. AFP PHOTO/ABDELHAK SENNA (Photo credit should read ABDELHAK SENNA/AFP via Getty Images) (Photo: AFP via Getty Images)

È morta l’attrice Nathalie Delon, l’ex moglie di Alain Delon, all’età di 79 anni. A darne notizia, il figlio, Anthony Delon, che ha reso noto anche la causa della morte: “Mia madre - ha detto - è morta questa mattina alle 11, a Parigi, circondata dai suoi affetti. È morta per un cancro che è stato rapido”.

L’attrice francese fu protagonista in diversi film, come “Il Samurai” di Jean-Pierre Melville, al fianco di Alain Delon, all’epoca ancora suo marito anche se il rapporto tra i due era già logoro. I due divorziarono nel 1969, dopo che Alain lasciò Romy Schneider per sposarla nell’agosto 1964. Successivamente, la coppia si trasferì poi a Los Angeles dove nacque Anthony. Ma il fantasma della Schneider fu sempre presente nella relazione fra i due: “Alain - disse in un’intervista Nathalie - non mi parlava mai di lei ma di tanto in tanto vedevo nel suo sguardo un’ombra di tristezza”. Nathalie andò via con il figlio, Alain cominciò la sua storia con Mireille Darc ma i due rimasero legati e Anthony, ancora un mese fa, ha postato su Instagram una foto dei suoi genitori uno accanto all’altro.

Il ruolo di Jane, ne “Il Samurai” del 1967 è quello che diede la notorietà all’attrice, ma poi Nathalie Delon - il suo nome era Francine Canovas, di origine spagnola - girò una trentina di film, impersonando anche personaggi non di primo piano. Negli anni Ottanta passò dietro la telecamera e scrisse nel 2006 un libro di ricordi.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.