E' morto Alasdair Gray, autore del monumentale fantasy 'Lanark'

webinfo@adnkronos.com

di Paolo Martini Lo scrittore e artista scozzese Alasdair Gray, autore di una vasta opera narrativa sperimentale capace di unire in un complesso insieme surreale fantasia, autobiografia e satira sociale, è morto questa mattina, circondato dalla famiglia, al Queen Elizabeth University Hospital di Glasgow all'età di 85 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dall'editore britannico Canongate. 

Era nato a Glasgow il 28 dicembre 1934 ed ha festeggiato ieri il compleanno in clinica. La sua famiglia ha detto che Gray "lascia il suo corpo alla scienza" e quindi non ci sarà il funerale. 

Personalità poliedrica del panorama artistico europeo, nelle sue opere Gray fonde elementi provenienti dai più diversi generi letterari, in cui il realismo si unisce all'elemento fantasy, alla satira sociale, al dramma e lo humour è sempre al servizio della verità della narrazione. L'opera più nota è il suo primo romanzo "Lanark - Una vita in quattro libri" (1981), pubblicato in italiano da Safarà Editore (2015-2017).  

Scritto in un periodo di quasi trent'anni e ormai considerato un classico della letteratura britannica, "Lanark" è stato definito dal "New York Times Book Review" "La Divina Commedia del cripto-calvinismo anglosassone". Articolato in quattro spessi volumi cronologicamente non-lineari e caratterizzati da una virtuosistica ed altamente artistica impaginazione (volta a stimolare anche visivamente il lettore) e da diverse ed originali tecniche narrative affini alla letteratura postmoderna, il romanzo fornisce una visione della società contemporanea attraverso la storia del giovane studente d'arte Duncan Thaw. 

Il suo romanzo "Poveracci!" (1992, tradotto in italiano da Marcos Y Marcos nel 1994) ha vinto il Whitbread Novel Award e il Guardian Fiction Prize. Oltre a drammi e raccolte di poesie, Gray è autore di una decina di romanzi, tra cui spicca "Vita e misteri della prima donna medico d'Inghilterra" (Marcos y Marcos, 1994). Ha vinto numerosi premi, tra i quali lo Scottish Arts Council Book Award e lo Scottish Book of the Year Award e nel 2019 ha ricevuto il Saltire Society Lifetime Achievement Award, riconoscimento alla carriera per il suo contributo alla narrativa scozzese contemporanea. 

Eclettico scrittore ed artista visivo, Gray è considerato il fautore del "rinascimento" letterario della Scozia ed è stato un fervente nazionalista scozzese. Ha accompagnato la sua attività di narratore a quella di docente all'Accademia d'Arte di Glasgow.  

La sua opera letteraria è un complesso ed ambizioso caleidoscopio surrealistico di realismo, fantascienza distopica, fantasy ed erotismo, caratterizzata da un'arguta e divertita critica sociale, che impiega un uso sperimentale dell'impostazione tipografica: il testo di intere pagine spesso e volentieri è impaginato come se fossero quasi delle elaborate rappresentazioni grafiche, assieme alle sue avvincenti illustrazioni artistiche.