E' morto Cagnetti, storico capo erimoniale del Comune di Milano

Alp

Milano, 2 mar. (askanews) - E' morto ieri mattina Serafino Cagnetti, storico capo del Cerimoniale del Comune di Milano: aveva sessant'anni ed era stato al fianco degli ultimi quattro sindaci della città.

"La sua scomparsa è per tutti noi un grandissimo dispiacere e oggi Milano piange un uomo che gli ha dato tanto" ha scritto Giuseppe Sala sul suo profilo Facebook, sottolineando come Cagnetti "è stato e resterà una vera istituzione per Palazzo Marino". "Ha vissuto il suo ruolo di capocerimoniale con professionalità, serietà e grande dedizione" ha proseguito Sala, ricordando che "in questi anni di lavoro è stato al fianco di tanti sindaci, con una competenza davvero unica, e con la discrezione che ha sempre contraddistinto il lavoro e la sua vita, ha affrontato anche questo periodo di malattia".

"Discreto, disponibile, elegante, impeccabile: Serafino Cagnetti, il capo del cerimoniale di Palazzo Marino, è stata una di quelle figure che hanno servito al meglio il Comune di Milano, rappresentando lui stesso, con la sua grande professionalità, i valori guida e la sobrietà della città" ha ricordato in una nota l'ex sindaco di Milano e oggi eurodeputato Giuliano Pisapia, aggiungendo che "per cinque anni, ogni giorno, mi è stato vicino, e mi rincorreva con la fascia tricolore, che era sempre troppo lunga o troppo storta". "Cagnetti non è stato solo un attento capo cerimoniale, è stato un uomo dedito alle Istituzioni e ai sindaci che in questi anni si sono succeduti alla guida della nostra città, sempre pronto ad affrontare gli imprevisti, capace di accogliere reali, presidenti, papi e persone comuni con la stessa inappuntabile cortesia" ha proseguito Pisapia, concludendo "in questo momento ricordo con particolare affetto e rimpianto la sua figura e mi sento particolarmente vicino alla sua famiglia".