E’ morto Luca Sacchi, i rapinatori gli hanno sparato alla testa

E’ morto Luca Sacchi, i rapinatori gli hanno sparato alla testa

Roma, 24 ott. (askanews) – Ci sono i fiori dove è morto a 24 anni Luca Sacchi, il giovane colpito da un proiettile alla testa durante una rapina; siamo a Roma, in via Teodoro Mommsen, in zona Colli Albani. La sera del 23 ottobre Luca stava passeggiando con la sua ragazza vicino ad un pub, dove avevano comprato una bottiglia d’acqua. Due uomini si sono avvicinati e hanno strappato la borsa a lei. Luca ha cercato di difenderla.

“Che ne pensamo? So cosa che nun se possono pensà. Che già è successo altre volte, sia all’Hills che al tabaccaio”.

I due uomini dopo aver sparato sono scappati a bordo di una Smart. Sotto shock il quartiere, e il gestore del pub.

“Io sul momento ho pensato che s’era rotto qualcosa, che qualcuno aveva tirato una pieta, un petardo grosso”.

Si è precipitato fuori per soccorrere Luca Sacchi, caduto a terra. Il giovane è stato portato all’ospedale San Giovanni dove è deceduto nonostante un intervento d’urgenza.

“Stamo tutti sotto shock perché una scena così io non pensavo mai di vederla, poi a quell’ora, non è che era tardi. E poi là ci stanno le telecamere, e i poliziotti che ogni quarto d’ora passano de qua per fa un giro… Purtroppo parliamo di una cosa che non doveva succedere, una follia proprio”.