E’ online bepART, la mostra d’arte collettiva più grande di sempre

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 mar. (askanews) - Nel marzo 2020 l'Atelier Montez, spazio creativo e polifunzionale creato da Gio' Montez e situato in zona Pietralata, a Roma, aveva lanciato la call "be**pART, la mostra d'arte collettiva più grande di sempre, che ha già visto aderire 1500 artisti provenienti da tutto il mondo, per un totale di quasi 45mila opere già pervenute fisicamente a Roma durante il lockdown. In attesa che le condizioni generali permettano agli organizzatori di aprire la mostra al pubblico, questi artisti, le loro storie e le loro opere sono visibili online, grazie alla nuova piattaforma web bepart.gallery dedicata al progetto.

E' anche possibile "adottare un artista" scegliendo uno dei "Kit di adozione digitale" messi a disposizione da Atelier Montez per sostenere il progetto e gli artisti partecipanti di tutto il mondo. Per salvare un artista dall'estinzione e acquisire il certificato di proprietà di una o più opere che fanno parte della collezione be**pART è sufficiente effettuare una donazione dal sito https://montez.it/bepart/, permettendo agli artisti e agli organizzatori di percepire già da subito un contributo, economico e morale, per il lavoro artistico svolto da casa nei mesi del lockdown. Una originale campagna di crowdfunding quindi, non soltanto in difesa della bellezza, ma anche e soprattutto delle persone.

"Be**pART - ha spiegato Sofia Celli che ha curato il testo critico - è un'onda e, come tale, non ha una conformazione che sussiste di per sé, diventa gli elementi che la compongono. Un'onda è costantemente in movimento, non si può plasmare, è senza confini, si evolve e si consuma. La moltitudine del progetto è arricchita dalla potenza espressiva di ogni singolo individuo, tanto che i produttori indipendenti che partecipano alla mostra stringono un rapporto di interdipendenza tra di loro. Le singole parti diventano un insieme, il particolare diventa esemplare: da una spinta esterna, l'onda cresce fino a raggiungere una grandezza fuori dal comune. Da qui lo slogan: Insieme siamo uno tsunami". Tra gli artisti che hanno aderito al progetto be**pART, Michele Cossyro, Turi Sottile, Hermann Nitsch, Isaac Aden, Römer&Römer, Lamberto Correggiari.