E' polemica in Consiglio regionale su "Riparti Piemonte"

Prs
·2 minuto per la lettura

Torino, 28 lug. (askanews) - Apertura di seduta con polemica in Consiglio regionale del Piemonte, dove si discute la proposta di legge del capogruppo di Forza Italia, Paolo Ruzzola, in materia di cinghiali. Le minoranze hanno fatto notare che all'orizzonte si profilano temi di maggior urgenza su cui dibattere. "Il governo ha impugnato il 'Riparti Piemonte'. Dopo tutte le critiche sollevate dalle opposizioni, che vi avevano fatto presente che il Governo avrebbe impugnato alcuni articoli, siete andati dritti per la vostra strada e siete andati a sbattere. Non è che avete convocato due sedute questa settimana, per poi riconvocarci la la prossima settimana per fare in fretta e furia modifiche al Riparti Piemonte, che vi avevamo già segnalato?", si chiede Marco Grimaldi di Luv. Dura anche la presa di posizione di Giorgio Bertola (M5S): "Noi ve lo avevamo detto che diversi articoli del Riparti Piemonte sarebbero stati impugnati. Non dite che c'è un accanimento, perché bastava leggere la legislazione vigente e la costituzione. Quindi il Consiglio regionale sarà di nuovo impegnato a rivedere cose già fatte, almeno questa volta rivediamo un provvedimento importante. C'era un accordo tra gentiluomini di anticipare la seduta di martedì della prossima settimana a domani. Ora il sospetto è che si facciano queste due sedute per fare passare la proposta di legge Ruzzola, cioè la Pdl 41 e la proposta di legge cara a Preioni su Verbano Cusio Ossola, per fare sedute fiume la prossima settimana su Riparti Piemonte". Pronta la replica dell'assessore ai Rapporti con il Consiglio regionale, Delegificazione e semplificazione dei percorsi amministrativi, Maurizio Marrone, che ha parlato "di fuochi d'artificio retorici di Luv e Cinquestelle". "Non c'è una impugnazione, ma un'interlocuzione tra governo centrale e Regione Piemonte sulla compatibilità costituzionale di alcuni articoli del 'Riparti Piemonte' nel dettaglio 5 su oltre 80 - ha precisato ancora Marrone - Tutti i bonus per il commercio, artigianato, cultura, turismo sono rimasti fuori anche dalle osservazioni. Alcune osservazioni sono state poste su alcune misure in ambito di semplificazione urbanistica. Mi spiace sgonfiare la verve delle minoranze ma si tratta di meri adeguamenti tecnici, che non svuotano la portata normativa delle semplificazioni. Riportiamo il dibattito alla sostanza e non alla retorica". Dai banchi del Pd Raffaele Gallo ha parlato di "Brutta pagina per il Piemonte". "Voi siete stati chiamati a governare la Regione e non potete modificare norme nazionali", ha replicato a Marrone il consigliere del Gallo. "State governando male. Il Riparti Piemonte tiene nel suo complesso? Lo verificheremo. Tutti gli articoli impugnati vanno a toccare i temi su cui ci siamo astenuti al voto e sulla deregulation che volevate imporre nelle costruzioni", ha concluso.