È un bene che Bill Gates sia il contadino più grande d'America?

Lorenzo Santucci
·2 minuto per la lettura
Co-chair and Trustee of the Bill and Melinda Gates Foundation, Bill Gates, speaks to the gathering during the inauguration of the 8th International Conference on Agriculture Statistics in New Delhi, India on 18 November 2019. (Photo by Indraneel Chowdhury/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via NurPhoto via Getty Images)
Co-chair and Trustee of the Bill and Melinda Gates Foundation, Bill Gates, speaks to the gathering during the inauguration of the 8th International Conference on Agriculture Statistics in New Delhi, India on 18 November 2019. (Photo by Indraneel Chowdhury/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via NurPhoto via Getty Images)

“Farmer Bill” è il soprannome che gli hanno affibbiato per esser diventato il più grande proprietario terriero degli Stati Uniti, dopo aver acquistato nel corso degli anni fino a 242 mila acri di terreno. Fondatore di Microsoft insieme a Paul Allen, filantropo sensibile alla salute del pianeta e, adesso, anche contadino: Bill Gates, con il quarto patrimonio più lauto al mondo - 124 miliardi di dollari - ha deciso di investire pesantemente nella terra. E questa potrebbe essere accolta come una buona notizia, se pensiamo al contributo che il genio informatico di Seattle ha fornito alla comunità. Dubbi, invece, permangono sotto il profilo dell’etica.

Con ordine. La rivista The Land Report, che ogni anno stila la lista dei primi cento proprietari di terre in America, ha rivelato come Gates abbia deciso, già da tempo, di diversificare il proprio portafogli per rendere ancora più redditizie le operazioni della Bill&Melinda Gates Foundation. Proprio sua moglie, circa due anni fa, aveva dichiarato come fosse rimasta sorpresa del consiglio che le venne suggerito, quello di investire su questo settore, salvo poi ricredersi e ritenerlo “uno dei migliori che abbia mai ricevuto”. E c’è da crederle perché lei e suo marito attualmente posseggono acri di terreno sparsi per diciotto Stati americani. Oltre a detenerne 25.750 in fase di trasformazione a ovest di Phoenix, in Arizona, da destinare alla costruzione di un nuovo sobborgo - alcuni parlano di una nuova città del futuro, con 200mila residenti - i suoi più grandi appezzamenti si trovano in Louisiana (69.071 acri), Arkansas (47.927 acri) e Nebraska (20.588 acri).

Per essere più precisi, quando si parla del patrimonio di Bill Gates e consorte bisogna necessariamente fare un riferimento anche a chi, da oltre un quarto di secolo, si occupa della gestione. Michael Larson, da quando è stato chiamato ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.