Easttown e l'ingannevole nostalgia per la piccola città ("bastardo posto")

·1 minuto per la lettura
Hp (Photo: Hp)
Hp (Photo: Hp)

Ci sono mille ragioni, oltre alla bravura mostruosa di Kate Winslet, per non perdersi nemmeno un minuto della miniserie Hbo “Mare of Easttown”, trasmessa in Italia da Sky. Da ammirare l’intreccio sorprendente e spiazzante, dove il canone del poliziesco classico viene arricchito e complicato da una galleria di tipi umani e psicologici che fa impressione trovare tutti insieme - e tutti con un grado fortissimo di verosimiglianza e profondità - in un microcosmo di provincia che scioccamente siamo soliti considerare esente dalla deriva nevrotica della grande solitudine metropolitana.

C’è appunto la provincia americana, la piccola città (“bastardo posto”, come cantava Francesco Guccini) dove si conoscono tutti, dove le distanze sono azzerate, dove tutto è prossimità, legame familiare, relazioni amicali che risalgono alla notte dei tempi, dove il confine tra il territorio urbanizzato e la campagna è esile fin quasi a scomparire, dove tutto potrebbe sembrare trasparente e semplice e dove invece la vita sociale è intessuta di segreti inconfessabili, voragini di mistero che per essere illuminate richiedono lo straordinario acume umano prima ancora che investigativo della detective Winslet, l’unica capace di rimettere al loro posto i frammenti di un puzzle altrimenti indecifrabile.

La visione di “Mare of Easttown” (ancora una volta: molto consigliata per chi vuole ammirare le doti straordinarie di una fuoriclasse come Kate Winslet, singolarmente affascinante con tutto il sovrappeso e il dolore esistenziale che minacciano di schiacciarla) è la smentita delle nostalgie della piccola comunità scomparsa. La comunità coesa, emotivamente “calda” e intensa, nasconde invece brutture e psicosi e dolori (e delitti) che crediamo caratteristiche dei grandi e alienanti agglomerati urbani. Nostalgia ingannevole.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli