EasyJet a emissioni zero: le nuove politiche green della compagnia aerea

easyjet emissioni zero

EasyJet, una delle più note compagnie aeree low-cost, torna a far parlare di sé. Adesso, oltre oltre ai già noti vantaggi di stampo economico, c’è un motivo in più per scegliere questa compagnia aerea. EasyJet ha deciso infatti di implementare le sue politiche di sostenibilità dei voli, rendendola una società a emissioni zero. Si sta impegnando in progetti per compensare la produzione di CO2 emessa dagli aerei, mediante l’investimento in progetti che prevedono la piantumazione di alberi o la protezione dalla deforestazione e l’utilizzo di energie rinnovabili.

EasyJet emissioni zero: i progetti

Già da partire dal 2000 la compagnia aerea ha iniziato le sue politiche green volte a rendere EasyJet la compagnia aerea più “carbon neutral”, tant’è che continuano a ricercare ed implementare modi alternativi per ridurre le emissioni di anidride carbonica, ad esempio riducendo il peso degli aeromobili, mediante il rullaggio su un motore e sostenendo lo sviluppo della tecnologia elettrica.

Per compensare la produzione di anidride carbonica EasyJet contribuisce finanziariamente a progetti che ristabiliscono un livello di parità dei livelli di anidride carbonica. Tutti i progetti, attuati in diverse parti del mondo, soddisfano la certificazione Gold Standard o Verified Carbon Standard (VCS).

I progetti in Sud America e Africa

EasyJet investe nei governi e negli enti locali in Sud America e in Africa al fine di conservare e preservare le foreste del territorio, creando nuove opportunità lavorative e rafforzando le politiche di utilizzo sostenibile del suolo, proteggendo le foreste e rallentando la deforestazione.

Energia solare in India

L’India è uno dei Paesi con una maggiore dipendenza nei confronti dei combustibili fossili. Lì la compagnia britannica sta investendo in un progetto nel Tamil Nadu, che prevede la costruzione di un impianto solare dotato di oltre 820.000 pannelli.